Breaking News 2020

Settembre 2020

Pubblichiamo la lettera aperta inviata da Mario Novello alle autorità politiche e sanitarie della Regione Friuli-Venezia Giulia, relativa alla situazione del gruppo di profughi recentemente collocato presso il Parco di Sant’Osvaldo a Udine.

L’associazione slovena per la salute mentale ŠENT, in cooperazione con il comune della città di Nova Gorica, la Fondazione MOST e i partner nel progetto GECT GO, organizza per il 21 settembre la conferenza Equa distribuzione delle risorse economiche per la salute mentale – Confronto tra stati membri dell’Unione Europea: i temi trattati saranno il Programma Nazionale per la Salute Mentale in Slovenia 2018-2028, un confronto tra i servizi di salute mentale di diversi stati europei, le modalità di finanziamento e supervisione dei programmi e servizi di salute mentale. A seguire, il 22 settembre la tavola rotonda Abitare per persone con problemi di salute mentale e altri gruppi vulnerabili in seguito al COVID 19 – Opportunità e sfide. Entrambi gli eventi si terranno a Nova Gorica.

In data 7 settembre il coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale ha inviato una lettera al Ministro della Salute Roberto Speranza, chiedendo un provvedimento specifico per la salute mentale e per tutte le situazioni di fragilità sanitaria e sociale, che abbia validità vincolante per tutte le Regioni e che superi le gravi limitazioni della libertà che perdurano a carico dei sofferenti psichici. Nella lettera vengono proposte soluzioni concrete basate su alcune buone pratiche.

Condividiamo il report degli incontri del coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale con l’ANCI (30 giugno) e con il Ministero della Salute (14 luglio). Negli incontri è stata presentata la Conferenza Salute Mentale e si è ribadita la necessità dell’impegno delle istituzioni nell’affermare il diritto alla tutela della salute mentale, discutendo di iniziative concrete per garantire tale diritto.

Condividiamo il pre-appello Finanziamenti europei per l’emergenza, usarli bene, priorità: assistenza/servizi sociali e sanitari territoriali, per una discussione trasparente e partecipata sulle risorse messe a disposizione dall’Unione Europea ai paesi colpiti dalla pandemia, di cui Conferenza Basaglia è tra i primi firmatari. In particolare, viene chiesto di destinare le risorse in modo significativo al welfare sociosanitario e viene individuato come prioritario il potenziamento dell’assistenza integrata sociosanitaria territoriale: si prospetta inoltre una discussione in un’iniziativa pubblica nazionale di fine settembre, che sarà convocata da un appello più approfondito.

Luglio 2020

Condividiamo l’invito all’incontro Desinstitucionalización, otra via. Prácticas y desafíos para un futuro inesperado in programma per sabato 18 luglio alle 16 ora italiana (11 ora argentina e brasiliana), che sarà trasmesso in diretta tramite i canali YouTube e Facebook di Radio Fragola Gorizia. Interverranno Dévora Kestel, direttrice del Dipartimento di Salute Mentale e Abuso di Sostanze dell’OMS, dal’Argentina, Franco Rotelli, psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia, da Trieste, Giancarlo Carena, già presidente della cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone, da Trieste, e Roberto Tykanori Kinoshita, già Coordinatore Nazionale della Salute Mentale presso il Ministero della Salute brasiliano, dal Brasile. Modererà l’incontro Massimo Cirri.

Chi desidererà inviare un commento prima o durante la trasmissione, potrà farlo all’indirizzo e-mail: ciclodeconversaciones@gmail.com

L’iniziativa rientra all’interno di un ciclo di conversazioni organizzate da Radio Fragola e La Collina Cooperativa Sociale, con il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e dell’Università degli studi di Trieste.

Giovedì 16 luglio prende avvio la settima edizione del Lunatico Festival, promosso da ConF.Basaglia, realizzato con il contributo della Regione FVG, con la coorganizzazione della cooperativa La Collina.
Il Lunatico Festival si svolge negli spazi esterni del Teatrino Franca e Franco Basaglia nel Parco Culturale di San Giovanni, con appuntamenti a Gorizia e Udine. In programma artisti locali e nazionali, spettacoli comici e musicali, approfondimenti e spettacoli per famiglie.

Il 30 giugno 2020 si è svolto un incontro online tra l’ANCI e il Coordinamento nazionale della Conferenza per la Salute Mentale. All’incontro hanno partecipato: per l’ANCI Luca Vecchi Sindaco di Reggio Emilia e coordinatore della commissione welfare ANCI, Daniele Marchi assessore al welfare del Comune di Reggio Emilia, i dirigenti ANCI Luca Pacini capo area welfare e immigrazione e Samantha Palombo responsabile Dipartimento welfare; per il Coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale Stefano Cecconi, Giovanna Del Giudice, Gisella Trincas, Fabrizio Starace, Vito D’Anza, Antonio Esposito. Nella discussione si è ritenuto utile sviluppare una collaborazione e un confronto tra ANCI e Conferenza Nazionale per la Salute Mentale a partire dai temi dell’abitare supportato, del Trattamento Sanitario Obbligatorio, della contenzione nei servizi sociosanitari.

Condividiamo il messaggio di presentazione dei relatori e delle relatrici al XIII Congreso Argentino de Salud Mental organizzato dalla Asociación Argentina de Salud Mental, che quest’anno si terrà in modalità telematica dal 6 al 10 ottobre.

Giugno 2020

Condividiamo il video dell’incontro La deistituzionalización ayer y hoy in cui sono intervenuti Hugo Cohen, psichiatria dell’Hospital Evita di Lanus, Sandra Caccavo, psicologa e coordinatrice del Servizio di salute mentale comunitaria dell’Hospital El Bolsón di Rio Negro, Ana M. Lovosque, psichiatra e referente della Lucha antimanicomial, Franco Rotelli, psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia e Alessandro Saullo, psichiatra presso il CSM di Gorizia.

L’iniziativa rientra all’interno di un ciclo di conversazioni organizzate da Radio Fragola e La Collina Cooperativa Sociale, con il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e dell’Università degli studi di Trieste.

Condividiamo l’invito all’incontro La deistituzionalización ayer y hoy in programma per sabato 20 giugno alle 16 ora italiana (11 ora argentina e brasiliana), tramite diretta su youtube.

Interverranno Hugo Cohen, psichiatria dell’Hospital Evita di Lanus, Sandra Caccavo, psicologa e coordinatrice del Servizio di salute mentale comunitaria dell’Hospital El Bolsón di Rio Negro, Ana M. Lovosque, psichiatra e referente della Lucha antimanicomial, Franco Rotelli, psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia e Alessandro Saullo, psichiatra presso il CSM di Gorizia.

L’iniziativa rientra all’interno di un ciclo di conversazioni organizzate da Radio Fragola e La Collina Cooperativa Sociale, con il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e dell’Università degli studi di Trieste.

Il Movimento Rompiamo il Silenzio, insieme alla Conferenza Nazionale, “ricomincia”, dopo il difficile periodo di lockdown, riprendendo la Mobilitazione Permanente da dove si era interrotta per l’emergenza virus.
Il 10 giugno si svolgerà una Assemblea online con inizio alle 16 (collegamento alle 15.50), attraverso Zoom, per rilanciare una rinnovata piattaforma, anche alla luce di quanto emerso nella videoassemblea della Conferenza del 30 maggio, e nuove azioni.

Si discuterà insieme su come riprendere le attività collettive del Movimento come l’elaborazione di articoli per i giornali, il rilascio di interviste, l’organizzazione di volantinaggi, di seminari, di sit-in e di quant’altro fosse ritenuto utile e necessario. All’Assemblea, dato il collegamento online, potranno partecipare anche amiche ed amici di altre Regioni che avessero piacere di dare il proprio contributo in una lotta che ci accomuna sull’intero territorio nazionale. Hanno già aderito, assicurando la presenza, Giovanna Del Giudice e Peppe Dell’Acqua.
Chi fosse interessato può iscriversi (inviando un messaggio WhatsApp a Carlo Minervini al 3343551462 o una mail a carlominerv@libero.it) in modo da ricevere il link per il collegamento.
Resistenza e Lotta!

Venerdì 5 giugno alle 18 la presentazione sul web della seconda edizione del libro di Giovanna Del Giudice …e tu slegalo subito. Sulla contenzione in psichiatria, volume della Collana 180, edito da Edizioni Alpha Beta Verlag.

Dialogeranno con l’autrice Benedetto Saraceno, Segretario Generale Lisbon Institute Global Mental Health, Valentina Calderone, Portavoce della campagna nazionale …e tu slegalo subito, Antonella Calcaterra, Avvocata Foro di Milano, con un’introduzione di Peppe Dell’Acqua.

L’evento rappresenta per la campagna …e tu slegalo subito, di cui ConF.Basaglia è promotrice, una tappa importante nel percorso di trasformazione culturale alla base dell’impegno contro la contenzione come violazione dei diritti umani nella relazione di cura.

Condividiamo i materiali della video Assemblea del 30 maggio Ricominciamo! Salute mentale e servizi di comunità: problemi, pratiche, proposte, promosso dal Coordinamento della Conferenza nazionale salute mentale.

Maggio 2020

Venerdì 1 giugno alle 17:30 la videoconferenza per festeggiare la conclusione del progetto di cooperazione internazionale finanziato dalla regione Friuli-Venezia Giulia Mavi at Kafè: un passo avanti!, promosso dalla Cooperativa sociale La Collina in partnership con ConF.Basaglia e la Solidarity Association for Schizofrenia Patients and their families in qualità di partner locale.

Tale progetto ha permesso di supportare attivamente il Mavi at Kafè, luogo di riabilitazione e di inserimento lavorativo per persone con disagio psichico attivo ad Ankara dal 2009; l’attività svolta sarà raccontata tramite un documentario e interventi dei protagonisti.

Sabato 30 maggio la Video-Assemblea RICOMINCIAMO! Salute mentale e servizi di comunità: problemi, pratiche e proposte per l’Italia.

L’iniziativa è promossa dal Coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale, di cui ConF.Basaglia fa parte, con l’obiettivo di porre il tema della salute mentale al centro della fase di rilancio del Paese.

Condividiamo il video dell’incontro Economía Sanitaria y producción de políticas en Salud, in cui sono intervenuti Franco Rotelli, psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia, Stefano Cecconi della CGIL e Arthur Chioro, già Ministro della Salute del Brasile e Professore presso la Escuela Paulista de Medicina Preventiva, con la traduzione di Pantxo Ramas della Real Academia de España en Roma.

L’iniziativa rientra all’interno di un ciclo di conversazioni organizzate per i sabati di maggio da Radio Fragola, La Collina Cooperativa Sociale, con il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e della Università degli studi di Trieste e la partecipazione dell’ACIJ Asociacion Civil por la Igualdad y la Justicia.

Condividiamo l’invito all’incontro Economía Sanitaria y producción de políticas en Salud, in programma per sabato 23 maggio alle 16 ora italiana (11 ora argentina e brasiliana), tramite diretta su youtube.

Interverranno Franco Rotelli, psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia, Stefano Cecconi della CGIL e Arthur Chioro, già Ministro della Salute del Brasile e Professore presso la Escuela Paulista de Medicina Preventiva.

L’iniziativa rientra all’interno di un ciclo di conversazioni organizzate per i sabati di maggio da Radio Fragola, La Collina Cooperativa Sociale, con il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e della Università degli studi di Trieste e la partecipazione dell’ACIJ Asociacion Civil por la Igualdad y la Justicia.

Los servicios de salud mental son parte esencial en todas las respuestas de los gobiernos al COVID-19

La salud mental es un elemento central de nuestra condición humana.
Nos permite vivir una vida pletórica y provechosa y participar en la vida de nuestras comunidades.

 

António Guterres, nono Segretario generale delle Nazioni Unite

[continua…]

Oggi 15 maggio ci ha lasciato Leopoldo Tesi.
Lo ricordiamo nell’Ospedale Psichiatrico di Gorizia, dove specializzando in clinica delle malattie mentali e nervose a Firenze, arriva nel novembre del 1962, prendendo la responsabilità del reparto D donne lavoratrici.
Leopoldo Tesi lavora a Gorizia fino al 1966 quando sceglie “di impegnarsi nell’esperienza anticipatoria e radicale del reparto di psichiatria dell’ospedale civile di Cividale del Friuli.” (da All’ombra dei ciliegi giapponesi di Antonio Slavich, ed. AlphaBeta Verlag, 2018)

13 maggio 1978 – 13 maggio 2020

In occasione del 42esimo anniversario dall’approvazione della Legge 180/1978 (13 maggio), il Coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale annuncia la convocazione di una VIDEO-ASSEMBLEA per sabato 30 maggio (ore 16 – 18,30) RICOMINCIAMO! Salute mentale e servizi di comunità: problemi, pratiche e proposte per l’Italia.

Condividiamo l’articolo La nave dei vecchi di Giovanna Del Giudice pubblicato sulla Rivista delle Politiche sociali online.

Le riflessioni e indicazioni operative del Coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale a seguito della Circolare del Ministero della Salute del 24 aprile Indicazioni per le attività e le misure di contrasto e contenimento del virus Sars-Cov-2 nei Dipartimenti di Salute Mentale e nei Servizi di Neuropsichiatria infantile dell’infanzia e dell’adolescenza.

Il Coordinamento richiede l’immediata attivazione del Tavolo Tecnico presso il Ministero per la predisposizione di un ulteriore intervento di Raccomandazioni che garantisca il funzionamento pieno della rete dei servizi della salute mentale.

Confermata la disponibilità al confronto e alla collaborazione con il Ministero della salute, la Conferenza delle Regioni e l’Anci.

Condividiamo il video dell’incontro Sistemi sanitari nella complessità attuale, in cui sono intervenuti Franco Rotelli, psichiatra e stretto collaboratore di Franco Basaglia, e Benedetto Saraceno, psichiatra già Direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Abuso di Sostanze dell’OMS, con un contributo introduttivo di Elisabetta Pascolo Fabrici, Direttore del DSM ASUGI.

L’intero scambio, in cui hanno preso la parola varie persone dall’Italia e dall’America latina in collegamento, è stato moderato da Daniele Piccione, Consigliere parlamentare Senato della Repubblica, con la traduzione di Pantxo Ramas della Real Academia de España en Roma.

L’iniziativa rientra all’interno di un ciclo di conversazioni organizzate per i sabati di maggio da Conferencia Basaglia Argentina, Radio Fragola, La Collina Cooperativa Sociale, con il sostegno del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste e della Università degli studi di Trieste.

Aprile 2020

Pubblichiamo altre 3 interviste di Pandemie locali: contributi che approfondiscono i temi delle infrastrutture, piattaforme comunicative e organizzazione dei servizi, aspetti accomunati dal creare connessioni e ponti, fisici e virtuali, che sono parte della costruzione delle relazioni sociali.

Nelle interviste Infrastructure and the virus, Piattaforme e comune oltre il Covid 19 e Organising care workers in the pandemic intervengono rispettivamente Bernd Kasparek, Sandro Mezzadra, entrambi attivisti e ricercatori e Valery Alzaga, sindacalista globale.

L’iniziativa Pandemie locali è realizzata dal collettivo Chopin in collaborazione con la redazione di Radio fragola Gorizia, l’emittente presente nel Parco Basaglia nata da un progetto della Cooperativa La Collina, e il collettivo di ricerca militante Entrar afuera .

Pubblichiamo altre interviste di Pandemie locali, che affrontano i temi della salute, per parlare di modelli culturali ed organizzativi, di risposte che le istituzioni sono in grado di dare, fino alla necessità di lottare contro ogni forma di Istituzione totale.

Nelle interviste Sistemi di salute nella crisi del covid 19 e Salute e istituzioni nella pandemia, intervengono Franco Rotelli e Giovanna Del Giudice, psichiatri tra i più stretti collaboratori di Franco Basaglia.

Nell’intervista Salud primaria en la vida covidada, offre una testimonianza da Barcellona Jasmine McGhie, medica e attivista.

L’iniziativa Pandemie locali è realizzata dal collettivo Chopin in collaborazione con la redazione di Radio fragola Gorizia, l’emittente presente nel Parco Basaglia nata da un progetto della Cooperativa La Collina, e il collettivo di ricerca militante Entrar afuera.

Appello della Società civile per la ricostruzione di un welfare a misura di tutte le persone e di tutti i territori

Un insieme di soggetti del Terzo settore ha lanciato un Appello al Presidente del Consiglio, al Presidente della Task Force governativa per la Fase 2 e al Presidente ANCI, richiedendo un intervento a sostegno del capitale sociale italiano, gravemente provato dall’odierna situazione di emergenza, per una presa in carico delle famiglie e dei lavoratori colpiti dalla crisi.

Si evidenzia la necessità di rilanciare su un’economia a misura d’uomo, attenta anche ai territori e all’ambiente e di un sistema della cura radicato nei territori. Si richiede inoltre di poter essere interlocutori della fase 2, affinchè il Terzo settore possa portare le sue istanze nella progettazione sociale territoriale.

Tra i primi firmatari Giovanna Del Giudice, Presidente di ConF.Basaglia e Franco Rotelli, già Presidente Commissione Sanità del Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia.

Pubblichiamo 3 interviste di Pandemie locali: un’occasione per approfondire cos’è un’epidemia che investe territori e continenti diversi, gli elementi che porta alla luce e le ripercussioni che ha sul sentire comune e sulle pratiche autonome. Ma anche per riflettere sulla possibilità di costruire un futuro in cui vi sia maggiore condivisione della conoscenza , democratizzazione di risorse e processi, per un riscatto sociale radicale e redistributivo.

Nelle interviste What is pandemic, Acting with the virus e El largo ciclo neoliberal contra la vida intervengono rispettivamente dall’Inghilterra Nic Beuret, ricercatore e attivista, da Parigi Élisabeth Lebovici, attivista e storica dell’arte e da Barcellona Marcelo Expósito, attivista e artista.

L’iniziativa Pandemie locali è realizzata dal collettivo Chopin in collaborazione con la redazione di Radio fragola Gorizia, l’emittente presente nel Parco Basaglia nata da un progetto della Cooperativa La Collina, e il collettivo di ricerca militante Entrar afuera .

ConF.Basaglia intende dar voce ad esperienze che, in questo periodo di emergenza sanitaria, sociale ed economica, proseguono una riflessione critica su temi che investono la collettività. Nei prossimi giorni pubblicheremo il ciclo di interviste Pandemie locali, realizzate dal collettivo Chopin in collaborazione con la redazione di Radio fragola Gorizia, l’emittente presente nel Parco Basaglia nata da un progetto della Cooperativa La Collina, e il collettivo di ricerca militante Entrar afuera .

I vari contributi, che provengono da varie parti del mondo e partono da tematiche quali salute, mutualismo, diritti dei migranti e strumenti di comunicazione, individuano in questo momento di crisi la possibilità per ripensare un modello di società fondato su una maggior equità e giustizia sociale, vicino alle persone e alle comunità, in cui vi sia una democratizzazione della conoscenza, delle risorse e dei processi.

Pandemie locali è un mosaico di voci. Una raccolta di brevi video sulla pandemia #Covid19 realizzati a distanza per connettere punti di vista, luoghi, esperienze e prospettive sul limite di questo improvviso presente. L’idea nasce dall’esigenza e dal desiderio di condividere dubbi e domande per comporre una riflessione collettiva che mostri le ambivalenze, le complessità e le possibilità del momento, perché solo curiosando sapremo forse affrontare il mondo che ci aspetta alla fine della quarantena. (dal canale youtube di Radio fragola Gorizia)

Condividiamo il testo Il cavallo azzurro corre! di Jasmine del Mavi at Kafè di Ankara, che ricorda lo stage formativo svolto a Trieste nel febbraio 2018, organizzato da ConF.Basaglia e dalla Cooperativa sociale La Collina. La traduzione dal turco all’italiano è stata curata del Professor Riza Tunc Ozben.

L’esperienza di formazione narrata si inquadra all’interno della seconda visita a Trieste della delegazione della Federazione delle Associazioni di pazienti schizofrenici della Turchia, all’interno del progetto Veni, Vidi, I learn. La collaborazione con il partner della Turchia sta ora proseguendo attraverso il progetto Mavi Kafè: un passo avanti!, che prevede percorsi formativi sia sul campo che a distanza.

Marzo 2020

Covid-19: la tutela della salute mentale obiettivo cruciale della strategia per contrastare i danni dell’epidemia

L’Appello rivolto al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, al Capo del Dipartimento della Protezione Civile, al Presidente della Conferenza delle Regioni e P.A. e al Presidente dell’ANCI dal Coordinamento nazionale della Conferenza Salute Mentale, sottoscritto da un vasto cartello di Organizzazioni.

I consigli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per affrontare lo stress ai tempi dell’emergenza da Covid-19.

Il Comunicato che il Coordinamento Conferenza nazionale Salute Mentale ha rivolto al Governo, alla Conferenza delle Regioni e P.A. e ANCI,

a fronte delle misure disposte dal Governo in relazione all’epidemia da Covid 19 per il potenziamento delle risorse e del personale del SSN.

Rinviato a data da destinarsi l’evento Città libere da contenzione. Insieme si può previsto per il 2 aprile 2020 a Bergamo.

Il rinvio si rende necessario in ottemperanza alle disposizioni governative del DPCM del 7 marzo in materia di contrasto e contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus con validità fino al 3 aprile.

È sempre possibile aderire all’Appello, inviando una mail a: bergamoliberadacontenzione@gmail.com

Febbraio 2020

Il Report dell’incontro del 13 febbraio 2020 a Bergamo, in ricordo di Elena Casetto, organizzato dai primi firmatari della campagna …e tu slegalo subito insieme a Urasam Lombardia e al Forum delle associazioni per la salute mentale di Bergamo, in preparazione all’evento pubblico del 2 aprile Città libere da contenzione. Insieme si può. Hanno coordinato i lavori per il Comitato promotore Giovanna Del Giudice, Valerio Canzian e Camilla Morelli.

A breve seguiranno aggiornamenti sul programma e sul luogo dell’evento pubblico.

A sei mesi dalla morte di Elena Casetto, si è tenuta ieri a Bergamo la riunione tra i promotori della campagna …e tu slegalo subito insieme a Urasam Lombardia e al Forum delle associazioni per la salute mentale di Bergamo, in preparazione all’evento che si terrà il 2 aprile Città libere da contenzione. Insieme si può.

Erano presenti la mamma di Elena e l’attrice Adriana Dossi, che ha letto la poesia Terra de Bandidos, con la quale Elena aveva vinto un premio letterario.

Giovedì 13 febbraio 2020, per ricordare Elena Casetto a 6 mesi dalla sua drammatica morte, le Associazioni prime firmatarie della Campagna …e tu slegalo subito, assieme alle associazioni del Comitato promotore dell’evento pubblico Città libere da contenzione. Insieme si può, si incontrano a Bergamo.

L’incontro è in programma alle ore 15 presso l’Associazione Mutuo Soccorso di via Zambonate, quale occasione per incontrare la madre di Elena, confrontarsi sul percorso avviato e sulle proposte da portare all’incontro Città libere da contenzione. Insieme si può del 2 aprile.

Le Associazioni prime firmatarie della Campagna …e tu slegalo subito, assieme alle associazioni del Comitato promotore di Città libere da contenzione. Insieme si può,

il 13 febbraio 2020 dalle ore 15 presso l’Associazione Mutuo Soccorso di via Zambonate 33 a Bergamo,

si incontrano per ricordare, a sei mesi della sua drammatica morte, Elena Casetto e incontrare la madre. Sarà pure occasione di confronto sul percorso avviato e sulle proposte da portare all’evento pubblico Città libere da contenzione. Insieme si può del 2 aprile.

Gennaio 2020

Rinviato al 2 aprile 2020 l’evento pubblico Città libere da contenzione. Insieme si può.
Il rinvio accoglie la richiesta posta dal direttore generale dell’ATS di Bergamo di posticipare la data, con la motivazione scritta della “necessità di costruire un percorso condiviso per il miglioramento della rete dei servizi territoriali”.

L’adesione alla richiesta delle istituzioni nasce dalla volontà di dare valore e privilegiare la costruzione di un percorso e confronto democratico con le stesse e alla possibilità di mettere in campo un percorso partecipato per costruire Città libere da contenzione, a partire da Bergamo.

Per questo obbiettivo è fondamentale la presenza attiva delle comunità, delle associazioni oltre che di una politica capace di ascolto e di cambiamento.
Per informazioni scrivere a: bergamoliberadacontenzione@gmail.com
Vi aspettiamo in tante/i.

Avviate le attività con gli studenti dell’Istituto Scipione de Sandrinelli di Trieste all’interno del progetto (S)pazzi di libertà: una storia di salute e diritti, presentato da ConF.Basaglia e finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia con risorse statali del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali.

Il progetto prevede un percorso formativo sui temi della salute mentale, a partire dal racconto della storia che ha attraversato i territori del Friuli-Venezia Giulia dagli anni sessanta dello scorso secolo, per la trasformazione e il superamento delle istituzioni della psichiatria asilare e dei paradigmi che la sostenevano, con il successivo approntamento di servizi territoriali.

 

15 anni fa ci lasciava Franca Ongaro Basaglia

La ricordiamo nell’ultimo suo incontro pubblico dell’ottobre 2012 ad Aversa

“Pure ho visto anche cosa vuol dire e cosa produce per persone variamente sofferenti, essere parte di un progetto, di una speranza comune di vita, coinvolti in una azione comune dove ti senti preso in un intreccio pratico, intellettuale, affettivo, in cui serietà ed allegria si mescolano e i problemi tuoi si sciolgono o fanno parte anche dei problemi di altri con cui li condividi. E allora anche salute e malattia possano mescolarsi con una qualità della vita che sia umana, con legami, rapporti, riconoscimento di sé e dell’altro, complicità nel progetto comune che potrebbe unirci anziché dividere e isolare. Ma se tutto questo è stato possibile, significa anche che ora ricade su tutti la responsabilità di continuare a cercare e, per me, per quelli che sanno che cosa siano stati la forza ed il significato di questo cambiamento, di continuare a testimoniarlo, continuando a metterlo in pratica.”

 

A sei mesi dalla morte di Elena Casetto, giovane donna di 19 anni ricoverata nel reparto di Psichiatria dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, legata al letto e trovata carbonizzata, a seguito di un incendio nel reparto forse partito dalla sua stanza, la campagna ….e tu slegalo subito, la Conferenza nazionale Salute Mentale, l’Unione Regionale Associazioni per la Salute Mentale Lombardia e il Forum delle Associazioni per la Salute Mentale di Bergamo, promuovono il 13 febbraio 2020 l’incontro Città libere da contenzione. Insieme si può.