Un articolo di Alessia De Stefano sul tema della contenzione

Alessia De Stefano, psichiatra dell’ASL Roma 4, dedica un articolo al tema della contenzione, partendo da alcuni dati, per poi sviluppare una serie di preziose riflessioni: si evidenzia infatti come una ricerca ProgresAcuti del 2007 avesse rilevato che l’80% dei 323 SPDC italiani sono a porte chiuse e attrezzati per la contenzione, e di come tutti i 9 DSM del Lazio abbiano dei protocolli per la sua attuazione. Vi è tuttavia una percentuale di SPDC no restraint nel Paese che testimonia nella pratica come sia possibile affrontare anche i momenti di crisi più acuta senza metodi coercitivi. Un percorso che richiede una convergenza fra fattori strutturali, organizzativi, clinici e formativi di un dato sistema operativo. Ricorda infine la sentenza della Corte di Cassazione del 20 giugno 2018 (n. 50498), in cui viene stabilito che la contenzione non è un atto medico, e poi alcune delle persone morte contenute di cui si ha notizia, da Franco Mastrogiovanni a Giuseppe Casu, fino alla recente vicenda di Elena Casetto. In chiusura, cita la Campagna nazionale …e tu slegalo subito, costituita con il preciso intento di abolire la contenzione meccanica nei luoghi di cura.

[continua…]

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.