Per una società senza manicomi. In difesa della riforma psichiatrica brasiliana (3)

Continua la grande mobilitazione contro la nomina, da parte del Ministro della Salute brasiliano Marcelo Castro, di Valencius Wurch Duarte Filho, psichiatra manicomialista e ostile alla riforma psichiatrica, come nuovo Coordinatore Nazionale di Salute Mentale in sostituzione di Roberto Tykanori. Questa nomina rappresenta un grave arretramento in un paese che si è distinto, negli ultimi decenni, per un importante processo di riforma psichiatrica, volta al superamento dei manicomi e alla diffusione dei servizi territoriali.
Il 15 dicembre un gruppo di militanti del movimento antimanicomiale brasiliano, lavoratori, utenti dei servizi e familiari, hanno occupato la sala del Coordinamento Generale di Salute Mentale del Ministero della Salute, con l’appoggio di moltissimi soggetti del movimento, chiedendo la revoca di Wurch come Coordinatore Nazionale di Salute Mentale e una nuova nomina che sia in linea con la riforma. L’occupazione continua e l’intenzione è andare avanti finché le rivendicazioni non saranno accolte. Gli occupanti si stanno preparando, come dicono sulla loro pagina facebook, a un “Natale Antimanicomiale”.
Le iniziative di protesta continuano inoltre a coinvolgere non solo molte città brasiliane, ma anche la rete internazionale. A Trieste, durante il Convegno Internazionale del 15-18 dicembre, è stata sottoscritta dai partecipanti, fra cui il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Roberto Mezzina e molti altri esperti di portata internazionale come Franco Rotelli e Benedetto Saraceno, una Carta di appoggio alla riforma psichiatrica brasiliana e di solidarietà per la lotta portata avanti dal movimento antimanicomiale brasiliano. Numerosissimi esperti e professionisti della salute mentale da tutto il mondo, fra cui Giovanna Del Giudice e Peppe Dell’acqua, hanno inoltre scritto una lettera al Ministro della Salute Castro chiedendo la revoca della nomina di Wurch e la prosecuzione nell’importante impegno per la riforma psichiatrica

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.