Una testimonianza sulla contenzione meccanica dalla Conferenza nazionale

Un rappresentante della Comunità di Sant’Egidio, a seguito della sua partecipazione alla Conferenza nazionale per la salute mentale, ha deciso di condividere alcune righe di riflessione sulla pratica della contenzione meccanica. Dal suo racconto emerge che, nella visita a persone presso le strutture psichiatriche, in alcune di esse il ricorso alla contenzione è quasi una routine; emblematico un episodio in cui in un carrello con i farmaci erano presenti anche delle cinghie, quasi fossero una medicazione. L’autore, seppur individui alcune condizioni organizzative che portano all’incremento del fenomeno, prende posizione ribadendo che tale pratica si configura come una tortura e riconosce che la società attuale, anche su questi temi, si sta orientando a delle logiche di sottrazione del diritto.

[continua…]

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.