La sofferenza e la salute mentale nei nostri territori (parte II)

 

Perciò occorre continuare sulla strada intrapresa da Basaglia, lottare contro le vecchie e nuove forme di manicomio, strutturale e culturale-antropologico. E’ necessario, in tal senso, una visione “olistica”, una visione d’insieme, un approccio pluralistico e multiprofessionale, contemporaneamente tecnico-scientifico e socio-culturale senza separatezza tra questi due momenti. Ciò significa intervenire in tre livelli principali: il livello socio-culturale, l’integrazione socio-sanitaria, le risorse economiche.

 

L’intervento al primo livello richiede una approccio multifunzionale, non riducibile alla sola e/o dominante medicalizzazione e residenzialità lunga dell’intervento terapeutico, il quale deve andare oltre quello farmacologico e strettamente sanitario, ma deve comprendere [continua…]

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.