Museo della Pischiatria a Teramo

In occasione degli interventi di recupero e rifunzionalizzazione dell’Ospedale Psichiatrico, appare opportuno individuare un’area, che logicamente potrebbe essere quella relativa al nucleo più antico del complesso architettonico, da riservare all’istituzione del Museo della Psichiatria.

Sulla scorta di identiche scelte operate in diverse località italiane, nelle quali esistono analoghe strutture manicomiali dismesse, il Museo della Psichiatria rappresenterebbe in buona sostanza un tentativo di trasmettere, attraverso l’esposizione analitica di quanto il complesso ospedaliero seppe generare e custodire, l’esperienza e la memoria storica di quella che fu una delle eccellenze nel panorama delle istituzioni sanitarie del nostro territorio.

Il percorso di visita, predisposto nei locali più antichi del complesso e che comprende anche la chiesa barocca di Sant’Antonio Abate, potrebbe articolarsi nelle seguenti aree:

DOCUMENTI

Sanitari: cartelle cliniche, referti diagnostici, registri infermieristici, rapporti e documenti simili

Dei Pazienti: lettere, istanze, scritti vari

IMMAGINI

Fotografie: immagini storiche del complesso ospedaliero e delle sue attività quotidiane

Realizzazione dei pazienti: disegni, bozzetti, opere realizzate dai pazienti

OGGETTI

Sanitari: strumenti diagnostici e terapeutici, materiale per l’ergoterapia, farmaci, strumenti di contenzione

Vita quotidiana: oggetti appartenenti ai pazienti e al personale

Arredi, impianti e mobilio: originali, riproduzioni e ricostruzioni dei locali dell’Ospedale Psichiatrico

Qui tutte le informazioni relative al Museo della Pischiatria di Teramo

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.