La lettera aperta di volontari, cappellani, operatori del sociale, del mondo del lavoro, della cultura, dello sport e della salute sulla tragedia di Rebibbia

La tragedia di Rebibbia ci pone con urgenza davanti ad una riflessione sulla realtà del carcere, con tutte le sue complessità, e porta ad interrogarci prioritariamente sulla condizione dei bambini con genitori detenuti. Occorre un impegno forte sia sul piano normativo che da parte dei professionisti e delle intere comunità, affinché il carcere non sia il luogo in cui si relegano problemi e contraddizioni, ma sia uno strumento di rieducazione e reinserimento. A questo appello ha aderito anche Conferenza Basaglia.

[continua…]

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.