Mind: Mad in Design

MinD – Mad in Design affronta, oggi, nell’ambito della formazione universitaria e dell’inserimento nel mondo del lavoro, il tema del design dello spazio domestico per la disabilità psichica. Da un’idea degli architetti Giulia Mezzalama e Sandra Poletto, della psicologa Elena Varini e promosso da Fondazione CEUR – Centro Europeo Formazione e Ricerca, MinD – Mad in Design trova sede nel Camplus Lingotto di Torino. Qui 42 studenti universitari provenienti da tutta Italia, insieme a pazienti seguiti dai servizi di salute mentale, psicologi, architetti e designer, si riuniscono per sperimentare nuove soluzioni per un abitare inclusivo.
E’ infatti l’inclusività il fil rouge che lega i vari workshop che a partire da marzo prenderanno vita grazie a MinD – Mad in Design.

Seguendo un approccio multidisciplinare e olistico e partendo dai bisogni della residenzialità psi­chiatrica, saranno elaborate diverse proposte di “sedute” – divani, poltrone, chaise-longue, sedie, panche – conside­rando le dinamiche di relazione tra spazi, oggetti e persone.

Partecipare a MinD significa calarsi in un’esperienza di formazione fortemente inclusiva e interdisciplinare, e impegnarsi in prima linea, mettendo in gioco le proprie compe­tenze e abilità, nel superamento delle barriere del pregiudizio e dell’indifferenza nei confronti delle persone fragili.

Per ulteriori informazioni
madindesign@ceur.it
www.madindesign.com

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.