StopOpg per la chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari

Il Comitato stopOPG si è riunito il 5 febbraio a Roma, subito dopo l’incontro con il Sottosegretario De Filippo Presidente dell’Organismo di coordinamento per il superamento degli OPG. Nella riunione del Comitato stopOPG si è deciso di proseguire la mobilitazione in due fasi:
– 1^ fase: fino al 31 marzo 2015 (termine per la chiusura degli Opg)
– 2^ fase: dal 1 aprile 2015 (dopo la chiusura degli Opg)

In particolare dal 1 al 31 marzo saranno organizzate diverse iniziative tra cui un digiuno.

StopOPG chiede di dedicare, in questo periodo, una o più giornate di digiuno alla chiusura degli OPG, con una sorta di “staffetta” che coinvolge i rappresentanti delle associazioni che compongono stopOPG. La richiesta di adesioni sarà rivolta anche a esponenti della società civile, a politici, giornalisti, operatori, e chiunque voglia partecipare).

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.