La Carta di Trieste: una proposta di codice etico per i giornalisti su notizie relative alle tematiche della salute mentale

Il sociologo Marco Bruno, del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università La Sapienza di Roma, ricorda quanto sia importante che il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana facciano propria la Carta di Trieste, affinché lo stigma nei confronti di persone con disagio psichico non sia accresciuto da un’informazione mediatica che fomenta ansia e paura. Tra i punti salienti del codice: l’utilizzo di termini non lesivi della dignità umana per definire il cittadino con disturbo mentale, l’uso di termini giuridici pertinenti (e non allusivi a luoghi comuni), la non attribuzione delle cause e dell’eventuale efferatezza di un reato al disturbo mentale e il diritto di replica della persona sotto accusa.

[continua…]

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.